Storia

 

Situata nel cuore di Lecce, nell'area ad angolo fra Viale Lo Re e Via Marconi, la Multisala Massimo è nata come cinema-teatro ed è stata costruita nel 1939 su progetto dell'architetto Luigi Piccinnato, uno dei più noti urbanisti della storia del Novecento, il quale negli anni Trenta realizza anche il Teatro Eliseo di Roma. I lavori di costruzione vengono sospesi in concomitanza del periodo del conflitto mondiale, per essere ultimati nell'immediato dopoguerra. Fino al 1997 (anno della trasformazione) la capienza complessiva è stata di 700 posti a sedere.

La società SAPEL srl proprietaria del cinema-teatro, nel 1996 è stata acquistata dalla famiglia Greco che, su progetto dell'architetto Vinicio Vecchi (progettista di numerose multisale in Italia) l'ha trasformata in Multisala Massimo con 5 sale ed una capienza di 1249 posti numerati.

Inaugurata il 15 novembre 1997 e prima multisala in Puglia, la sala originaria, o SALA 1 , rimane intatta con una capienza di 675 posti; la SALA 2 ospita 150 posti; la SALA 3, 144 posti; la SALA 5, 130 . Sale 2-3-5 occupano lo spazio del palcoscenico e della vecchia torre scenica.

La SALA 4, 150 posti occupa l'originaria 'sala da ballo' e conserva in cabina di proiezione un affresco restaurato dall'architetto Dugan.

La Multisala Massimo è dotata di Sala TV, ampie sale d'attesa, Bar, biglietteria anche online dal sito www.multisalamassimo.it.

E' dotata di macchine ad alta tecnologia, proiezione in 4K (Sala 1), in 3D, in digital sound.

Tutte le sale sono climatizzate e la Sala 1 è dotata anche di un tetto apribile.

Oltre alla proiezione cinematografica e di eventi live in diretta via satellite da tutto il mondo, la Multisala Massimo è sede di convegni e concerti.

E' inoltre sede annuale del Festival del Cinema Europeo, giunto quest'anno alla sua 18ma edizione.